K2 Games –Learning by playing.

 In Diario di bordo

Un progetto di Game Design Europeo al servizio delle questioni ambientali, della salute e dello sviluppo sostenibile

Insight_epd, associazione culturale di Martano (Le), insieme a CRISP (Germania), EEHYC (European environment and health youth coalition – Lithuania) e SRC (society for responsible consumption Romania), hanno promosso il progetto “K2 Games – learning by playing”, finanziato dal Programma Erasmus+, capitolo gioventù, della Commissione Europea, del quale SRC è l’associazione coordinatrice.

Lo scopo del progetto?
Costruire giochi da tavolo e di simulazione per affrontare i temi delle emergenze ambientali e il loro impatto sulla salute e dello sviluppo sostenibile.

Sono i giovani che oggi stanno affrontando questi problemi più di chiunque altro e saranno loro a dover fare i conti con l’eredità (non virtuosa) delle generazioni passate: per questo motivo è fondamentale che i giovani siano adeguatamente formati sui temi della salute ambientale e del consumo sostenibile.
“K2Games – Learning by playing”, progetto di partenariato strategico di due anni,  promuove un approccio innovativo all’educazione alla sostenibilità, fornendo agli animatori socio-educativi, agli youth workers e ai centri di aggregazione giovanile, strumenti educativi che risultino coinvolgenti e nuovi rispetto alle materie trattate, come giochi da tavolo e giochi di simulazione.

È così che la cordata di organizzazioni cerca di promuovere una migliore consapevolezza dei giochi come strumenti efficaci per lo sviluppo di conoscenze, abilità e atteggiamenti legati alla sostenibilità tra la comunità degli operatori giovanili e dei giovani, e proprio per questo i  giochi sono stati progettati e realizzati per essere utilizzati in contesti non formali e informali, oltre a supportare il lavoro degli insegnanti in contesti formali, e sono stati pubblicati online in cinque lingue con disponibilità gratuita sul sito www.k2games.info .


Insight_epd, che si occupa da sempre di educazione non-formale nell’ambito dei Programmi educativi della Commissione Europea, ha coinvolto nel progetto alcuni designer italiani di Tou.Play, Pasquale Facchini, Francesco Binetti e Aldo Campanelli, che hanno portato il gruppo di youth workers europei a cimentarsi con le sfide del design e della produzione di giochi da tavolo.
Allo stesso tempo, il mondo dei designer, è stato contaminato dai principi dell’educazione non formale e dalla cura per le attività educative rivolte ai minori.

Ad oggi contiamo più di 25 persone coinvolte sullo sviluppo dei progetti e provenienti dai quattro diversi Paesi hanno lavorato realizzando due giochi da tavolo (board games), cinque giochi di simulazione (simulation game) e la relativa guida, il tutto con l’obiettivo principale di dare a tutti la possibilità e gli strumenti per sviluppare giochi da tavolo e giochi di simulazione.


In questa fase finale i giochi sono in produzione in alcuni Makers’ Bar, dove le stampanti 3D sono in funzione e le incisioni laser disegnano i confini della plancia di gioco.

Il prossimo passo è quello di condividere i risultati del progetto con tutti gli interessati, in tutte e 4 le nazioni coinvolte sul territorio europeo, e giocare, giocare e giocare, fino a coinvolgere tutte le generazioni, giovani e meno giovani, in una grande azione globale di consapevolezza ambientale.

Per chi fosse nei paraggi di Spazio13 a Bari in questi giorni, digitali e virtuali: c’è una partita che ti aspetta!

Assistente alla comunicazione

Aldo Campanelli

+39 3460811523 – info@touplay.it

www.k2games.info / https://www.facebook.com/groups/k2gamescluj

www.touplay.it / www.facebook.com/TouPlayPuglia

www.spazio13.org

 

Post recenti
Contattaci

Lasciaci un messaggio e ti contatteremo al più presto.

Illeggibile? Cambia il testo. captcha txt